isabella turso


Isabella Turso nasce a Trento e si diploma in pianoforte con il massimo dei votipresso il Conservatorio della sua città e successivamente si perfeziona in Italia con Bruno Mezzena e in Spagna con Alicia de Larrocha. Ottiene diversi premi in concorsi pianistici nazionali ed europei ed ha collaborato con svariate orchestre in Italia e all’estero.


La sua innata curiosità la porta ad affrontare repertori eterogenei che spaziano dal barocco al contemporaneo, con divertite incursioni nel mondo del jazz e del pop, a cui si sta dedicando sia in veste di compositrice che di esecutrice. 


E' stata invitata come solista al Festival per le celebrazioni di Guimarães, Capitale Europea della Cultura 2012, dove ha realizzato uno spettacolo musicale multimediale, da lei ideato, dal titolo "Music for Childhood". Nello stesso anno Isabella viene premiata a Trento come Trentina dell'anno: "Un personaggio per il futuro", nel campo della Musica e dell'Arte.


Inoltre affianca l'attività concertistica a quella di organizzatrice e ideatrice di eventi musicali, conferendo al suo percorso artistico quella varietà e quel movimento che riflettono il suo desiderio di apertura culturale. Da qualche anno a questa parte il suo percorso artistico si è orientato verso un repertorio più ampio e variegato, alla ricerca di un'identità professionale meno tradizionale, realizzando programmi articolati ed ambiziosi progetti multimediali, senza limitazione di stili e tendenze, collaborando con artisti come Maurizio Dini Ciacci, Arnoldo Foà, David Riondino, Luis Bacalov, Andrea Morricone, Paolo Fresu, Elio, Pino Donaggio, Carlos Alves, Rui Massena, Gabriele Mirabassi, Roberto Fabbriciani...


Nel 2013 realizza due cd contenenti brani per pianoforte solo da lei composti ed eseguiti, All Light (in collaborazione con Maurizio Dini Ciacci) e Omaggio a Donaggio, che sono stati presentati recentemente a New York presso l’Opera America Center in presenza di illustri personalità del mondo del cinema e del (come Maury Yeston), riscuotendo un grande successo. Di recente si è esibita a Lima (Perù) presso il Teatro Pirandello dell’Istituto Italiano di Cultura con un progetto intitolato “La Biblioteca del Diavolo” per voce recitante pianoforte e suggestioni visive e sonore, insieme all’attore e regista veronese Paolo Valerio. Queste collaborazioni si inseriscono in una visione ampia e coordinata di progetti che mirano ad una diffusione italiana, europea e mondiale.